Order of Premontre, Premonstratensians, Norbertines, and White Canons

Sant'Antimo

Sant'Antimo

Secondo la tradizione leggendaria, l’Abbazia sarebbe stata innalzata per volere di Carlo Magno, ma non esistono documenti che confermino questa notizia.  L’imperatore l’avrebbe fondata nel 781.  La prima attestazione della chiesa risale comunque a pochi decenni dopo, nell’814, quando Ludovico il Pio era succeduto al padre Carlo Magno.  Fu in origine una potente abbazia benedettina, tanto che in epoca medievale l’abate fu uno dei maggiori feudatari del territorio senese esercitando l’autorità su 38 chiese disseminate in tutta la Toscana dal pistoiese al grossetano.  L’Abbazia disponeva anche di circa 1000 mansi (gli antichi poderi) disseminati nelle campagne.  La massima fortuna fu raggiunta agli inizi del XII secolo.  La decadenza inizia a partire dal 1202 quando cominciano i contrasti con Siena.  Nel 1291 passò ai Guglielmiti per volere del papa Niccolò V e nel 1462 fu soppressa da Enea Silvio Piccolomini, Pio II, annettendola a Montalcino, che fu elevata a diocesi grazie all’inglobamento della stessa Abbazia.  Nel XVIII secolo la chiesa era ridotta a un semplice oratorio con le navate occluse.  Nel XX secolo è passata allo Stato cui ancora oggi appartiene.  Solo in tempi recenti è tornata ad essere un centro di grandezza spirituale grazie all’operato di una comunità di Canonici Regolari Premostratensi stabilitasi in questo sacro luogo a partire dal 1992.  Italia, Provincia di Siena, Arcidiocesi di Siena - Colle Val d’Elsa - Montalcino.

Prior: A. R. D. Jean-Charles Leroy

Phone: 0577 83 56 59

Fax: 0577 83 56 59

Address:
Abbazia di Sant’Antimo
Castelnuovo dell’Abate
53024 Montalcino (Si)
Italy

Other Categories:
 Places » Gallica Circary » Italie